Black Friday, la storia del giorno più famoso del mondo per gli acquisti

I primi sono stati i cinesi. Ma, si sa, loro – anche solo per ‘volume di fuoco’ – sono imbattibili e ogni volta che si mettono sull’ecommerce bruciano record. Così nel primo appuntamento della stagione degli sconti online hanno speso su Alibaba (l’Amazon di quelle parti) 30 miliardi di dollari in una giornata: le 24 ore del ‘Single Day’, la versione asiatica di quello che nel mondo occidentale sarà ilBlack Friday, venerdì 23 novembre. Su Alibaba, l’Amazon cinese, i consumatori cinesi hanno speso 5 miliardi di dollari in più dello scorso anno con un impressionante risultato in apertura: in un minuto e mezzo le vendite hanno superato il miliardo di dollari.

Per l’Italia gli appuntamenti sono due: il Black Friday (23 novembre) e il Cyber Monday (26 novembre). Ma cosa significa esattamente Black Friday? Il Black Friday è il giorno dopo la Festa del Ringraziamento (Thanksgiving in originale) e fino a non molti anni fa ne sentivamo parlare soprattutto come curiosità dagli States. Il Black Friday, infatti, segna tradizionalmente l’inizio del periodo di shopping natalizio e i rivenditori sono disposti a offrire promozioni uniche. Il Black Friday nato in America, piace sempre di più in Italia ed è percepito come occasione per risparmiare sui regali di Natale e per permettersi oggetti del desiderio o di uso quotidiano. Sono poi tre, secondo l’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm del Politecnico di Milano, le ragioni ulteriori del crescente successo di queste giornate:

  • la maggior integrazione tra eCommerce e negozi fisici – grazie alle promozioni sia sui canali fisici che digitali dei player multicanale (Ikea, MAC Cosmetics, Unieuro, Zara) e all’apertura di pop up store di alcune Dot Com (Amazon, Etsy, Facebook)
  • la maggior maturità e innovatività delle iniziative – grazie alla combinazione di politiche promozionali differenti, ben comunicate e usate anche in logica di gamification, come sconti fissi – terzo prodotto gratuito, sconto percentuale (Conforama, Eataly Net, eDreams ODIGEO, Eurospin, Intimissimi, LuisaViaRoma, MediaWorld, Skyscanner, YNAP) promozioni variabili in determinate finestre temporali (eBay, ePrice), spese di spedizione gratuite (Eataly Today, Privalia),
  • la crescente cultura digitale dei consumatori italiani – testimoniata anche dall’incremento degli acquirenti online (+8%)-.